Ambito di Policy: Sanità \ Strumento di Policy: Informazione

Una campagna informativa sui mass media aiuta ad affrontare un ictus in modo adeguato e consapevole?

Le gravi conseguenze degli ictus possono essere spesso contrastate, a condizione che si intervenga tempestivamente sulle persone colpite. Spesso però i pazienti giungono al momento del potenziale trattamento troppo tardi, talvolta a causa dell’inefficienza degli apparati ospedalieri, altre volte perché loro stessi arrivano in ritardo all’ospedale. Alla base di questo secondo fenomeno vi è spesso l’incapacità di riconoscere i sintomi dell’ictus e l’intempestività con cui ad esso si reagisce. FAST è una campagna informativa, diffusa a livello internazionale, che mira ad informare i cittadini in modo conciso e mirato sui sintomi principali e sul corretto modo di agire quando esso si manifesta. Nel 2009 la campagna è stata realizzata dal Dipartimento della Salute inglese ricorrendo soprattutto ai mass media. Un’analisi mostra come essa sia stata efficace nell’incentivare la popolazione a informarsi sull’ictus, mentre meno nitide sono le ricadute pratiche in termini di ricoveri e di trattamenti farmacologici effettuati.

Flynn D., Ford G.A., Rodgers H., Price C., Steen N., Thomson R.G. (2014), A time series evaluation of the FAST national stroke awareness campaign in England, Plos One, August 2014, vol. 9, n. 8, e104289.

ObiettivoAspetti principaliRisultati
- Aiutare i cittadini a riconoscere i sintomi dell’ictus
- Favorire una rapida e corretta risposta nel caso del verificarsi dei sintomi
- Campagna informativa concisa e mirata
- Utilizzo dei principali mass media (TV, radio, stampa)
- Aumento della ricerca di informazioni sull’ictus da parte del pubblico
- Aumento meno evidente dei ricoveri diretti e delle applicazioni di trombolisi
Parole chiave: sanità, ictus, patologie cerebrali, trombolisi, pronto intervento, campagna informativa, comunicazione, serie storiche, regressione.