Ambito di Policy: Istruzione, Sanità \ Strumento di Policy: Informazione, Organizzazione

Distribuire preservativi nelle scuole modifica i comportamenti sessuali dei giovani?

Le nuove infezioni da HIV sono in diminuzione, ad eccezione che per la fascia di età 15-24, per la quale si osserva un lieve aumento. La maggior parte delle nuove infezioni è attribuibile a rapporti sessuali non protetti, che costituiscono l’83% di tutte le segnalazioni. La distribuzione di condom a scuola può modificare i comportamenti dei ragazzi? Uno studio analizza il caso di 10 scuole di Seattle che, negli anni ’90, hanno attuato un programma per favorire l’accesso ai preservativi accompagnato a un’attività informativa. La disponibilità di preservativi non aumenta il numero di studenti sessualmente attivi, né la frequenza di rapporti sessuali, né il numero di partner sessuali. Ma in nessun modo pare avere aumentato l’uso del preservativo durante i rapporti sessuali. In assenza di barriere per accedere comunque ai preservativi, la distribuzione scolastica ha solo modificato i canali di accesso.

Kirby et al. (1999), The impact of condom distribution in Seattle schools on sexual behaviour and condom use, American Journal of Public Health, vol. 89, n. 2

ObiettivoAspetti principaliRisultati
- Aumentare l’uso di preservativi tra i giovani- Allestimento di sistemi di distribuzione nelle scuole- Nessun aumento nell’attività sessuale dei giovani
- Nessun aumento nell’uso del preservativo durante i rapporti sessuali
Parole chiave: giovani, prevenzione, malattie sessualmente trasmissibili, educazione sessuale, preservativi, scuola, gruppo di controllo, difference in differences