Ambito di Policy: Sanità, Società e Istituzioni \ Strumento di Policy: Regolamentazione

La giornata lavorativa libera favorisce la donazione del sangue?

La donazione del sangue è un elemento cardine della qualità del sistema sanitario di un Paese, essendo il sangue un qualcosa che non si può produrre e che viene necessariamente reperito attraverso donazioni volontarie. Nonostante a livello nazionale l’autosufficienza nella fornitura sia stata raggiunta nel 2000, questa risulta perennemente minacciata e ciclicamente alcune zone si trovano in una situazione di necessità. La soluzione proposta dal legislatore italiano consiste nella previsione della giornata lavorativa libera e retribuita in caso di donazioni del sangue. Uno studio in una città italiana stima che la disponibilità di un giorno libero post donazione aumenti le donazioni di una unità a persona nell’arco di un anno.

Lacetera, N. & Macis, M. (2008), Motivating altruism: a field study, IZA Discussion Paper, N. 3770.

ObiettivoAspetti principaliRisultati
- Incrementare le donazioni di sangue- Target: lavoratori dipendenti
- Esenzione dall’obbligo lavorativo per la giornata della donazione (comunque retribuita da parte del sistema previdenziale)
- Aumento donazioni al venerdì da parte di chi può beneficiare del giorno libero
- Aumento di una donazione di sangue all’anno per persona
Parole chiave: sanità, salute pubblica, donazioni, sangue, incentivi, permessi, previdenza, esenzione, giorno libero, pro-social behaviour, difference in differences