Ambito di Policy: Sanità \ Strumento di Policy: Informazione

Una massiccia campagna mediatica sull’ictus può cambiare l’uso dei servizi sanitari?

Uno studio condotto in Irlanda mostra come una massiccia campagna mediatica, volta ad informare i cittadini sui principali sintomi dell’ictus e realizzata in più tempi attraverso ripetuti passaggi televisivi e radiofonici, incide poco sui comportamenti che essi tengono in situazione di emergenza. In un primo periodo aumenta nelle strutture sanitarie d’emergenza il flusso di pazienti che presentano i sintomi dell’ictus; successivamente, nonostante altre due ondate di trasmissioni, il flusso ritorna ai valori vicini alla fase precedente all’intervento. Nessun effetto sulle modalità di arrivo alle strutture d’emergenza e nella percentuale di coloro che giungono in tempo per ricevere un trattamento trombolitico.

Mellon et al. (2013), Can a media campaign change health service use in a population with stroke symptoms? Examination of the first Irish stroke awareness campaign. Emergency Medicine Journal 31(7)

ObiettivoAspetti principaliRisultati
- Velocizzare l’arrivo in ospedale delle persone colpite da ictus- Campagna televisiva e radiofonica rivolta a tutti i cittadini- Aumento di pazienti che mostrano sintomi dell’ictus, ma solo iniziale
- Nessun aumento nei trattamenti trombolitici
Parole chiave: sanità, ictus, patologie cerebrali,trombolisi, pronto intervento, campagna informativa, serie storiche.