Ambito di Policy: Istruzione, Sanità \ Strumento di Policy: Organizzazione, Regolamentazione

Pasti migliori a scuola migliorano le condizioni degli adulti?

Il periodo che va dall’infanzia all’adolescenza è considerato particolarmente critico per quanto concerne la qualità dell’alimentazione e le conseguenze che essa può avere sullo sviluppo degli individui. Molti bambini e adolescenti consumano abitualmente almeno un pasto al giorno nelle mense delle scuole statali, per cui è importante che queste offrano pasti adeguati dal punto di vista nutrizionale, per favorire abitudini corrette e incidere positivamente sulla salute e sullo sviluppo cognitivo. Un programma implementato in Svezia a partire dal 1946 ha garantito finanziamenti pubblici ai comuni per fornire nelle mense delle scuole primarie pasti di qualità (e gratuiti). L’implementazione di questo intervento ha prodotto risultati positivi di lungo periodo sia sulla salute che sulle condizioni economiche.

Alex-Petersen J., Lundborg P., Rooth D.O. (2017), Long-term effects of childhood nutrition: evidence from a school lunch reform, IZA Discussion Paper N. 11234

ObiettivoAspetti principaliRisultati
- Favorire migliori condizioni di salute nel lungo periodo- Definizione di menu sani e bilanciati nelle scuole primarie
- In Svezia la mensa scolastica è inoltre gratuita per tutti
- Effetti positivi sul reddito e sulla salute in età adulta per chi ha avuto accesso ai pasti equilibrati in mensa
Parole chiave: alimentazione, nutrizione, politiche sanitarie, istruzione, scuole primarie, sviluppo, obesità, salute studenti, gruppo di controllo, difference in differences