Ambito di Policy: Sanità \ Strumento di Policy: Attivazione, Informazione

Prevenire l’obesità infantile scoraggiando il consumo di bibite gassate

L’eccesso ponderale tra i bambini e gli adolescenti costituisce un problema di sanità pubblica a livello mondiale. Attualmente nel mondo sono 158 milioni i minori obesi, e particolarmente a rischio sono i bambini nei paesi in via di sviluppo in Africa, Asia e America Latina; tuttavia anche in Italia il fenomeno è in costante crescita. Alla base del problema vi sono le abitudini alimentari scorrette: la dieta tradizionale basata su prodotti secolari è stata gradualmente sostituita dal cibo spazzatura e da un eccessivo consumo di bevande gassate e zuccherate. Si tratta tuttavia di problemi largamente prevenibili con abitudini alimentari più sane, per esempio con la riduzione degli zuccheri. In Brasile è stato sperimentato un intervento informativo nelle scuole per ridurre il consumo di bibite. L’intervento ha modificato in parte i comportamenti, ma non ha inciso in modo visibile sul peso dei bambini.

Sichieri R., Trotte A.P., de Souza R.A., Veiga G.V. (2009), School randomised trial on prevention of excessive weight gain by discouraging students from drinking sodas, Public Health Nutrition, 12(2).

ObiettivoAspetti principaliRisultati
- Ridurre il consumo di bevande gassate dei bambini- Campagna informativa nelle scuole primarie
- Messaggi informativi sugli zuccheri nelle bibite e sull’importanza dell’acqua per il corpo
- Diminuzione del consumo di bibite gassate
- Parziale sostituzione con altre bevande zuccherate
- Effetti sul peso solo per le ragazze in sovrappeso
Parole chiave: salute, zucchero, obesità giovanile, bambini, bevande gassate, gruppo di controllo, valutazione sperimentale