Ambito di Policy: Istruzione, Welfare \ Strumento di Policy: Azioni collettive, Consulenza

Si può contrastare l’abbandono scolastico agendo sulle famiglie dei ragazzi a rischio?

La dispersione scolastica è un fenomeno che accomuna numerosi paesi. Il problema interessa in modo particolare i cittadini di origine straniera. Un intervento sperimentato negli anni ‘90 in alcune scuole della California mira a ridurre il tasso di abbandono degli studenti latinoamericani. L’intervento non agisce solo sullo studente, ma mira, attraverso numerose attività, a coinvolgere e fare interagire insegnanti, genitori, servizi territoriali, con l’obiettivo di rinsaldare i rapporti famigliari, aumentare la collaborazione, favorire l’inserimento sociale e l’adozione di comportamenti positivi. Un’analisi stima che l’intervento, rivolto ai ragazzi delle scuole medie, abbia ridotto in misura sensibile sia il rischio di abbandono che quello di bocciatura negli anni immediatamente successivi.

Larson K.A., Rumberger R.W. (1995), ALAS: Achievement for Latinos through academic success, in Thorton H. (ed.), Staying in school: A technical report of three dropout prevention projects for middle school students with learning and emotional disabilities. Minneapolis, MN: University of Minnesota, Institute on Community Integration.

ObiettiviAspetti principaliRisultati
- Ridurre la dispersione scolastica degli studenti a rischio- Interventi integrati volti a rafforzare il legame tra studente, famiglia, insegnanti, servizi locali
- Intervento pluriennale, gestito da un tutor individuale
- Riduzione del tasso di abbandono
- Aumento della regolarità degli studi
Parole chiave: istruzione, politiche sociali, dispersione scolastica, empowerment familiare, gruppo di controllo, valutazione sperimentale