Ambito di Policy: Imprese \ Strumento di Policy: Finanziamenti

Sussidi e finanziamenti bancari per le PMI: sostituti o complementi?

Il credito agevolato è uno degli strumenti pubblici tesi a favorire l’accesso al credito delle imprese. Il suo scopo è di garantire un prestito a chi non potrebbe riceverlo attraverso i canali bancari. Ma funziona così? Un lavoro della Banca d’Italia valuta l’effetto dei prestiti agevolati a valere sui fondi pubblici erogati dalle banche nel periodo 1998-2007. Lo studio mostra che i prestiti agevolati sono utilizzati dalle imprese più grandi per sostituire i più costosi finanziamenti bancari, mentre le imprese di minori dimensioni li usano per incrementare la loro disponibilità di risorse finanziarie. In media, il rapporto di sostituzione risulta elevato, essendo stimato tra il 70 e l’84 per cento.

Carmignani, A., D’Ignazio A., (2011), Financial Subsidies and Bank Lending: Substitutes or Complements? Micro Level Evidence from Italy, Banca d’ITALIA Temi di Discussione, N. 803/2011

ObiettivoAspetti principaliRisultati
- Favorire l’accesso al credito delle imprese- Finanziamenti pubblici veicolati da finanziarie regionali- Effetti nulli per le grandi imprese, che usano gli strumenti per sostituire i più costosi prestiti bancari.
- Effetti addizionali sul credito per le piccole imprese.
Parole chiave: imprese, sussidi pubblici, accesso al credito, prestiti agevolati, banche, gruppo di controllo, matching, difference in differences