Ambito di Policy: Welfare \ Strumento di Policy: Finanziamenti

I trasferimenti monetari condizionati possono spingere le famiglie fuori dal circolo della povertà?

La povertà è una condizione che non di rado, per una serie di meccanismi, si trasmette da una generazione all’altra. La sfida delle politiche è quindi quella di interrompere questo meccanismo di trasmissione, e per fare questo esse mirano a migliorare la condizione della famiglia, e in generale dei figli, su una serie di fronti strettamente connessi alla condizione di povertà. Family Rewards e Family Rewards 2.0 sono un esempio di programma basato sul meccanismo del conditional cash transfer: le famiglie povere ricevono un sostegno economico a patto che mostrino di conseguire risultati concreti in una molteplicità di ambiti strategici: istruzione dei figli, sanità, lavoro. La sperimentazione di questo modello (testato con successo in alcuni paesi in via di sviluppo) sulle famiglie povere di alcune città americane non ha prodotto risultati apprezzabili.

Miller et al. (2016), Effects of a modified conditional cash transfer program in two American cities: Findings from Family Rewards 2.0, MRDC

ObiettivoAspetti principaliRisultati
- Ridurre la condizione di povertà delle famiglie e il rischio di povertà dei figli- Target: famiglie povere in contesti urbani
- Trasferimenti monetari condizionati: premi a fronte di specifici risultati (o comportamenti) in ambito scolastico, del lavoro, della sanità
- Risultati modesti sul fronte delle visite mediche
- Effetti quasi nulli sui risultati scolastici dei figli e sull’occupazione dei genitori
- La riduzione della povertà passa solo attraverso il sostegno economico fornito dal programma
Parole chiave: povertà, famiglie, istruzione, lavoro, conditional cash transfer, incentivi, gruppo di controllo, valutazione sperimentale